Compro diamanti usati: cosa sono i diamanti River?

Anelli con diamanti usati
Anelli con diamanti usati: dove vendere anelli con diamanti
17 Ottobre 2019
Compro diamanti
Compro diamanti: cos’è un banco dei diamanti?
17 Ottobre 2019

Compro diamanti usati: cosa sono i diamanti River?

Compro diamanti usati

Compro diamanti usatiSe stai cercando un compro diamanti usati e vorresti saperne di più sulle regole della compravendita di queste stupende pietre preziose (o magari avere qualche informazione in più, per esempio sui diamanti River), sei capitato nel posto giusto: noi di MVS Gioielli ci occupiamo, presso la nostra sede, non solo della compravendita di oro ed argento, ma anche di corallo, di pietre preziose, e di gioielli, che valutiamo attentamente tenendo conto non solo del valore al grammo ma anche di tutte quelle condizioni che possono determinare la presenza di un valore aggiunto.

Quando si parla di diamanti, è bene sapere che la valutazione degli stessi deve avvenire in maniera singolare e tenendo conto di diversi fattori che esulano da quelli normalmente presi in considerazione, in due casi specifici: se i diamanti sono usati, e se sono senza certificato che ne attesta le caratteristiche e quindi anche l’autenticità.

Oggi abbiamo a disposizione moltissime opportunità per esaminare attentamente e per stabilire il valore di un diamante anche usato, perché possiamo affidarci a persone esperte e qualificate: nel nostro caso, presso il nostro reparto di compravendita di diamanti ci affidiamo ad un esperto gemmologo, nel caso di valutazioni più approfondite, e la nostra analisi, attenta e affidabile, è completamente gratuita e senza impegno.

Cosa sono i diamanti River?

Cosa sono i diamanti RiverMa cosa sono i diamanti River? Se ti trovi in casa un diamante River e non sai quale sia il suo valore effettivo, potrai portarlo presso il nostro negozio ed affidarti ad occhi e mani esperte dei nostri operatori qualificati nell’attenta analisi e valutazione dei diamanti, anche usati. Certo, in questo caso non si tiene conto solo del valore effettivo del diamante (o meglio, di quello che sarebbe stato il suo valore ex novo), ma si devono tenere in considerazione altri fattori come ad esempio le condizioni della pietra al netto ed al lordo del suo stato di conservazione ed usura, perché eventuali graffi ed abrasioni (o altri danni) presenti sulla superficie della gemma possono essere determinanti per stabilire il valore effettivo del diamante.

In linea di massima, quando si effettua una valutazione del diamante (che risulta essere una delle gemme più preziose in tutto il mondo), si deve fare un’analisi attenta della gemma, che ne attesti la qualità e le caratteristiche formate dalle cosiddette 4 C:

  1. Carat: sta per caratura, ed indica il peso della gemma. Un carato è uguale a 0,20 grammi: questa valutazione è importante perché rappresenta il punto di partenza attraverso il quale si può definire il valore effettivo della gemma stessa;
  2. Colour: i diamanti sono trasparenti? Assolutamente no! Una valutazione esperta ed attenta saprà stabilire il colore preciso della gemma, tenendo conto della scala di colori che va dal D (che indica il più bianco in assoluto) a Z (che invece è la più gialla per quanto riguarda la sua colorazione);
  3. Clarity: questo fattore indica la purezza del diamante, che va valutata tenendo conto di una scala ben specifica che va da IF (che sta per Internally Flawless, il più elevato grado di purezza) a Piquet, che presenta inclusioni visibili ad occhio nudo;
  4. Cut: sta per taglio, determinato secondo una scala che va da Excelent a Poor.

A queste valutazioni si associano quelle che determinano il valore della gemma usata, e si tengono in considerazione altri fattori, come le condizioni del diamante, il suo stato di usura, ecc.

Ma cos’è un diamante River? Sulla base di quanto abbiamo specificato, è bene sapere anche che le valutazioni delle gemme sono cambiate con il tempo, anche perché sono migliorate le nostre possibilità di valutazione e di analisi, divenendo sempre più approfondite. Sappiamo oggi che nel 1930 le colorazioni dei diamanti vennero distinte con delle denominazioni di lingua inglese, tra cui era presente anche il termine River: un diamante River indicava il fatto che esso era stato rinvenuto nel letto di fiumi o nei depositi alluvionali, e che presentava quindi un colore decisamente trasparente, più di altre tipologie prese in considerazione.

Vuoi saperne di più sui diamanti? Scopri anche qualcosa che riguarda il settore vendo diamanti usati, la valutazione dei diamanti usati, e la vendita dei diamanti usati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama Ora